Segui la missione DEEP TIME. 

Trovate qui tutte le informazioni, il seguito della missione sul campo, la sua preparazione, la sua realizzazione, gli studi scientifici effettuati ...

FINE DELLA MISSIONE

Momento di consacrazione, la fine della missione DEEP TIME potrebbe essere celebrata con successo.  

Foto

Fine della missione DEEP TIME, 24 aprile 2021

DURANTE LA MISSIONE

Alcune salite dalla grotta, con fotografie e podcast tratti dalle testimonianze di Christian Clot. 

Galleria

Nel cuore della grotta di Lombrives

Podcast

L'INIZIO DELLA MISSIONE

In una scoperta immersiva, i “Deeptimers”, come vengono soprannominati, scoprono il loro nuovo habitat che servirà da tetto per 40 giorni.

Galleria

Installazione nella grotta

PREPARATIVI

In questa sezione sono presenti tutte le informazioni relative alla preparazione della missione, prima dell'ingresso in grotta avvenuto il 14 marzo 2021.  

Galleria

Preparazioni in immagini

Testimonianze dei membri del team, prima della missione DEEP TIME

Per me Deep Time è un'esperienza unica in termini umani, scientifici e logistici. È un'opportunità per partecipare a studi scientifici, per migliorare la propria conoscenza dell'essere umano e per scoprire, da parte mia, il mondo sotterraneo. Sono onorato e orgoglioso di partecipare a questa missione, dove ogni persona (dipendenti, volontari, membri del team, scienziati, partner, ecc.) Stanno mettendo la loro pietra all'edificio, in una collaborazione straordinaria.

Nicole HUEBER, 27 anni, tecnico senior in geoscienze.

Il tempo profondo è un'esperienza unica per imparare di più su me stesso, in un sistema senza segni di tempo e in un gruppo. Sarà una vera sfida, sia in termini sociologici che scientifici, che vivrò e dovrò raccogliere, aggiungendo un pizzico di esplorazione e avventura.

Arnaud BUREL, 29 anni, biologo.

Deep Time rappresenta la possibilità di sperimentare a
esperienza collettiva unica, fuori dal comune, fuori dal tempo, che unisce avventura e scienza. Confrontarsi pur dovendosi integrare in un gruppo e aiutare così a comprendere meglio la nostra adattabilità quando tutti i punti di riferimento che compongono il nostro equilibrio quotidiano sono sconvolti ...

Alexis MONSEIGNY, 42 anni, già istruttore subacqueo, bagnino nuotatore e guardia di sicurezza.

Deep Time è una grande esperienza, un modo per conoscere meglio il nostro cervello. Mi piace questo modo di essere spinto nella nostra vita quotidiana tranquilla e sicura per spingere i nostri limiti ed esplorare le nostre capacità personali, il nostro funzionamento cognitivo e le nostre interazioni di gruppo.

È un lavoro affascinante che intraprendiamo con ricercatori specializzati in diverse discipline, un'esplorazione all'interno dell'essere umano.

Marie-Caroline LAGACHE, 50 anni, gioielliere.

Deep Time rappresenta un'incredibile avventura scientifica, umana e interiore. È un'opportunità per vivere questi 40 giorni senza alcuna nozione di tempo (probabilmente l'unica opportunità nella vita per farlo), o il contatto con il mondo esterno, con 14 persone provenienti da percorsi di vita ricchi e variegati. Questi sono scienziati, partner e Christian Clot che si fidano di noi per far avanzare la ricerca (specialmente sul cervello, il secondo posto meno conosciuto nell'universo!) E aumentare la conoscenza per l'umanità.

Infine, sarà un'esperienza sensoriale, emotiva, personale, relazionale, scientifica molto intensa, ricca di domande.

Tiphaine VUARIER, 32 anni, psicomotricista.

Deep Time è la realizzazione di questi pochi anni di preparazione quando era inaspettato, è un'incredibile opportunità per realizzare in parte il mio sogno mescolando tutto ciò che avrei voluto: l'avventura prima di tutto, all'adrenalina, il superamento di se stessi, il lato scientifico, perché sono molto curioso e un campo che interessa, per poter aiutare l'umanità ad andare avanti, e per fare bellissimi nuovi incontri. È una sfida così incredibile e senza precedenti a cui sono orgoglioso di partecipare e non vedo l'ora. È una buona prova che nonostante la situazione attuale siamo capaci e lo facciamo, non dobbiamo fermarci e arrenderci. Spero che la nostra esperienza e tutti i nostri dati siano molto utili.

Émilie KIM-FOO, 29 anni, infermiera.

Un caro scrittore ha scritto che capiamo davvero l'importanza di qualcosa solo quando ci manca. DeepTime è l'applicazione di questa idea al sole. Anche prima di scendere, non vedo l'ora che arrivi il giorno in cui ci rivedremo. 

Questa spedizione è anche un'avventura umana che, grazie al suo obiettivo di conoscenza, va oltre la semplice esperienza personale. Ottiene così un bel movimento, in cui si trovano tutti gli aspetti della nostra vita: l'altro, il sé, i nostri corpi, la riflessione, l'avventura, la disciplina, l'ostacolo e il suo attraversamento.
Kora SACCHARIN, 30 anni, analista di business intelligence.

È un'ottima idea, un esercizio di immaginazione. Non mi aspetto niente di particolare. Ma sento che sarà un'esperienza unica. Mi disconnetto dai media, dalle informazioni degli altri membri del team, almeno mi preparo, nessuna influenza.
Immagino l'oscurità, il vuoto e il nostro istinto di sopravvivenza, proteggerci dal freddo, andare a prendere l'acqua, mantenere le provviste, avere la luce. Le basi per sopravvivere e uscire allo scoperto. Un ambiente sconosciuto, gesti da imparare. La simpatia che si svilupperà una volta che io stesso sarò pronto. Pochi giorni senza scherzare troppo, poi la scoperta di altri umani, altri animali, piante nascoste, nuove sensazioni, parti della grotta. Risate, canti, condivisione, un'atmosfera rilassata. Poi un vuoto, il cervello è pronto per questo? Sono stato in giro, ora devo uscire. Perché rimango? Che idea ! Fuori ho la famiglia, gli amici, gli incontri improbabili, l'oceano che ogni giorno colpisce la costa in modo diverso, i sogni che si vivono giorno per giorno, i progetti che vanno avanti. Ma qui solo nero. Sono qui per condividere un'esperienza unica, abbiamo molto da imparare su noi stessi, è una bellezza compassionevole, per mettere da parte la sua vita per poi condividere ciò che otteniamo da essa!

Johan FRANÇOIS, 37 anni, insegnante di matematica e istruttore di vela.

Deep Time rappresenta un'avventura interiore in entrambi i sensi, fisica e psichica, perché è la possibilità di incontrare se stessi e gli altri, per guardare al proprio funzionamento interiore, l'incredibile possibilità di disconnettersi dal mondo, la sua effervescenza e il suo tecnologia e per creare un collegamento con tutti i suoi sensi.

Damien JEMELGO, 47 anni, tecnico di funivie.

Cullato da storie di esplorazione sin da piccolo, ho sempre sognato di partecipare a una grande avventura scientifica. Il mio lavoro di divulgatore mi ha permesso di passare ore a raccontare, dal mio ufficio, le folli scoperte degli esploratori. Tuttavia, non ho mai avuto l'opportunità di partecipare personalmente a una spedizione scientifica.

Deep Time è quindi per me una grande opportunità per scoprire il dietro le quinte e per scendere in campo. È anche l'opportunità di vivere un'esperienza umana collettiva tanto straordinaria quanto terrificante, in un ambiente grandioso, tutto in Francia!

Martin SAUMET, 29 anni, mediatore scientifico.

Per me, Deep Time è un'opportunità unica per superare me stesso e come squadra, in un ambiente incredibilmente bello ma intimidatorio. È un'opportunità unica per comprendere meglio l'essere umano e per proporre soluzioni concrete per il nostro futuro. Appassionato di video, non vedo l'ora di riportare bellissime immagini per documentare l'avventura sotterranea.

Marina LANÇON, 33 anni, guida Trek.

Deep Time è un'opportunità straordinaria per coniugare il mio lavoro di ricerca con il mio gusto per l'avventura. Da un punto di vista scientifico, è un'opportunità unica e senza precedenti per studiare il modo in cui l'essere umano si adatta alla perdita totale dei punti di riferimento temporali e per vedere come un gruppo può organizzarsi per vivere in tali condizioni.

La ricchezza dei campi di ricerca coinvolti ed i dati che verranno acquisiti durante questa spedizione, ne fanno un ambizioso progetto multidisciplinare che potrà fornirci elementi di risposta senza precedenti. Da un punto di vista umano, è un'avventura umana nell'ignoto che sono orgoglioso di poter vivere insieme ad altri membri del team. È anche, finalmente, l'occasione per riuscire a uscire da questo torpore che si è placato in quest'ultimo anno con la crisi sanitaria.

Margaux ROMAND-MONNIER, 31 anni, PhD. Neuroscienziato, responsabile scientifico.

Partecipare a Deep Time mi permette di partecipare a una spedizione unica e fuori dal comune sulla cronobiologia umana, un'opportunità unica per prendere parte attiva alla ricerca scientifica sull'adattamento e il futuro delle nostre società. Uscendo dalla mia comfort zone, spingendomi oltre i miei limiti, ho già avuto modo di farlo in certe occasioni, ma mai in tali condizioni e con tanti sconosciuti.

Non capita tutti i giorni di donare il tuo corpo alla scienza mentre sei vivo!

François MATTENS, 35 anni, Direttore degli affari pubblici e dell'innovazione - Responsabile dell'acceleratore GENERATE.

DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseSpanish
Twitter
Visitateci
Follow Me
Youtube.
LinkedIn
Share
Instagram
errore: Il contenuto è protetto !!